Ciao, ora sei in ScelgoConto.it >>

X

Accedi all'area riservata di ScelgoConto.it

E-mail
Password

Se hai dimenticato la password clicca qui

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Recupero della password di ScelgoConto.it

E-mail

Se non sei ancora registrato clicca qui

X

Registrati all'area riservata di ScelgoConto.it

La registrazione è gratuita e puoi cancellarti in qualsiasi momento

E-mail
Password
Conferma Password

Letta l'informativa sulla privacy(DLGS 196/2013)

Affinchè i miei dati vengano trattati ai sensi
del paragrafo 3 dell‘ informativa stessa

Registrandoti puoi:

Se sei già registrato effettua il login

X

X

X

Sezione in sviluppo

Gentile utente, ti ringraziamo per aver cliccato sul link, la sezione è in fase di test e sarà online nel più breve tempo possibile, ti invitiamo a tornare a trovarci presto e di continuare con la navigazione per scoprire gli altri servizi messi a disposizione gratuitamente da ScelgoConto.it

X

Grazie

Commento inserito e in attesa di approvazione

Pagamenti elettronici salati

01/10/2013

immagine news

L’uso delle carte di credito e di debito è ormai, per fortuna, un’abitudine diffusa in tutta Europa, Italia compresa: quasi tutti gli europei detentori di un conto bancario possiedono una carta di debito, mentre solo il 40% di loro detiene anche una carta di credito. Sono però in tanti a lamentarsi delle commissioni sulle transazioni, troppo elevate e soprattutto poco trasparenti E’ per questo che Da Bruxelles il Commissario europeo per la concorrenza, lo spagnolo Joaquin Almunia, annuncia che l’Ue ridurrà le commissioni per le transazioni con carte di credito o di debito (il bancomat) per togliere ogni ostacolo ad un uso più diffuso di tali strumenti di pagamento. Il regolamento è già pronto e prevede che per un periodo transitorio di 22 mesi si applichino commissioni ridotte per le operazioni transfrontaliere, poi anche a quelle nazionali. Attualmente si calcola che il totale dei costi per i pagamenti con carta siano in Europa pari addirittura all’1% del Pil, circa 130 miliardi. La proposta della Commissione europea vorrebbe abbattere radicalmente questa commissione, fermandola ad uno 0.2% per le carte di debito e allo 0.3% per quelle di credito: in questo modo, secondo Barnier e il Commissario alla concorrenza Joaquín Almunia, tutti gli esercizi commerciali sarebbero invogliati a munirsi di Pos. Passo successivo, in quest’ottica, sarebbe renderli obbligatori, per dare ai cittadini la più ampia libertà di scelta se pagare in contanti o con carta di credito. Le Associazione dei consumatori non vedono di buon occhio questa modifica che potrebbe ripercuotersi sui clienti finali. Le banche sarebbero, in quest’ottica, costrette a rivalersi (aumentando le spese di gestione) su chi compie la transazione, per compensare i mancati guadagni. In questo modo, anziché agevolare e stimolare l’uso delle carte di debito e credito, si rischia di frenarne l’utilizzo

Lascia un commento alla News

Il servizio di mediazione creditizia di ScelgoConto.it è gestito da Scegliendo s.r.l., società di mediazione creditizia, Capitale sociale euro 122.500 i.v.
Via Rosolino Pilo, 15 - 04012 - Cisterna di Latina (LT), inscritto al REA n. LT – 191838 e iscritto all'OAM con numero (inserire numero). - P.IVA 02693050599 - Tel. 06 87 653 287
L'utente dichiara di accettare l'Informativa sulla privacy e le Condizioni Generali di Utilizzo del Servizio - Informativa sulla Trasparenza (.pdf)